Macchine inutili

Una macchina per addomesticare una sveglia, un agitatore di coda per cani pigri, uno sventolatore di fazzoletti per la partenza dei treni: questi sono solo alcuni dei marchingegni inutili, ma geniali, ideati dall’artista e designer Bruno Munari.

Spinte da un soffio d’aria o attivate dalla luce, le macchine di Munari non fabbricano, non eliminano manodopera, non producono niente di commerciabile. Possono essere lente, veloci, da giardino, da tavolo, forse tascabili, ma l’importante è che siano assolutamente inutili.

Il celebre libro Le macchine di Munari (1942) ci ha guidati nella progettazione della nostra prima macchina inutile, “… il congegno ideale grazie a cui possiamo far rinascere la nostra fantasia”!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close